life

Compleanni e bilanci

C’è chi i bilanci li fa a Capodanno, io li faccio al compleanno.

Oggi è il mio compleanno.

Probabilmente non ci sarà una torta, le prenotazioni sono andate storte e i programmi della giornata sono un po’ saltati. Ho festeggiato la scorsa settimana coi miei genitori, e mio padre ha deciso di litigare con me. Sono rimasta senz’acqua, ancora non ho l’acqua calda e devo migrare per farmi una doccia; il dentista attende soldi che non ho per fare lavori che non posso rimandare. Come se non bastasse, è arrivata la prima grossa crisi relazionale seria, e ora mi sento ancora un po’ “acciaccata”.

Ho passato momenti di profonda tristezza, ma ho continuato a gestire le cose, ad andare avanti a testa bassa, passo dopo passo. E ho notato, tanto.

Ho notato gli amici, che mi si sono stretti attorno come non mai, che mi hanno dato una mano immensa, anche quando non mi vedevano da dieci anni e avevo dimenticato il portafoglio a casa, che mi hanno aiutata di inseguire i miei sogni, stando coi miei bambini quando dovevo andare via per farlo, che mi hanno dato la possibilità di aiutarli e sentire che io ci sono.

Ho notato le fortune nelle sfighe, come riuscire a prendere la penultima corsa della metro quando il treno ha fatto 155′ di ritardo, avere un’amica che mi salva quando arrivo dall’altra parte del mondo e mi sono persa, avere i vicini che portano l’acqua, quando manca proprio la sera prima di un giorno festivo, o amici che da ogni dove si offrono per le lavatrici.

Ho notato l’amore, nel rimanere accanto a me, nonostante la fatica degli eventi e l’alto impegno che invariabilmente chiedo di mettere sul piatto, nonostante il mettersi in gioco sia così tanto e sia tutto così diverso da quello che si è vissuto prima. L’amore, nello stare coi miei bambini, nonostante le paure e le insicurezze, solo perchè io ne avevo bisogno; nell’esserci, come si riesce, anche se non è perfetto. L’amore, nell’imperfezione, nell’essere come si è, e nell’esserci nonostante tutto.

E so che questo compleanno è speciale, perchè per la prima volta lo passo veramente come me stessa, perchè quest’anno mi celebro per quella che sono e mi dico che non importa quello che succede: io sono proprio felice di essere me.

Mi sento grata, profondamente, perchè i periodi intensi fanno toccare con mano ciò che altrimenti rimarrebbe in fondo all’oceano: bisogna scendere in fondo per trovare i tesori nascosti.. e si trovano, sempre, se si decide di guardarli.

 

Oggi non so cosa farò, ma so che passerò una magnifica giornata, perchè festeggerò il mio essere al mondo, la mia vita stupenda anche quando ci sono delle salite, e lo passerò con chi amo e mi ama nonostante tutto.

 

WhatsApp Image 2017-11-06 at 17.29.29

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...